E così ci siamo ritrovati tutti in Spagna, ad Almeria: sì perché, il 7 e l’8 marzo, Syngenta ha organizzato uno degli eventi chiave del 2018 per fare il punto sulla situazione mondiale dell’industria del pomodoro. We Love Tomato, questo il nome della due giorni spagnola, oltre a noi di Moncada, ha chiamato a raccolta più di 200 key players del settore pomodoro: abbiamo avuto l’occasione di formarci e informarci attraverso un corposo congresso e una serie di visite guidate presso le aziende produttrici locali.

A We Love Tomato, i vari speaker che si sono susseguiti sul palco, ci hanno offerto gli strumenti più aggiornati per analizzare l’attuale panorama del mercato di settore e per indirizzare le produzioni provenienti da tutta la filiera ai buyer più idonei e ai consumatori finali. Ulteriormente, i conferenzieri, tra cui Pierre Escodo di Eurofresh, Eelke Westra di Wageningen UR, Edwn Paul Vels della FMCG Consulting e Rafa Povo di Matchpoint, hanno fornito una visione chiara ed un approccio concreto nei confronti del processo di valutazione del sentiment del consumatore, su come si implementa la definizione di un brand e su come si può perfezionare la qualità lungo tutta la catena di produzione.

Ciò che possiamo dirvi è che noi di Moncada, alla luce di quanto appreso ad Almeria, siamo assolutamente consapevoli che l’industria del pomodoro è in continuo divenire: di certo il futuro prossimo è meno definito, con il comparto che sta maturando velocemente e con l’apertura di nuove e ben delineate nicchie di mercato. Inoltre, in virtù del rapido progresso tecnologico che ha interessato anche l’agroalimentare, le produzioni già adesso risultano facilmente indirizzabili verso i mercati in espansione, con un conseguente necessario investimento in termini di strategie di commercializzazione ed internazionalizzazione. Per questo motivo sappiamo che è fondamentale, proprio oggi, puntare sulle attività mirate al conseguimento di una sempre maggiore brand awareness (grado di conoscenza di un marchio da parte del pubblico) e su tutto ciò che riguarda l’impatto visivo nei confronti del compratore, dal packaging alla visual content strategy (utilizzo di determinati contenuti visuali come foto, video o grafiche) sui canali di comunicazione.

Dunque, nuove sfide ci attendono, ma siamo fiduciosi sulle enormi opportunità che queste sfide potranno offrire al nostro gruppo e all’intero settore dell’industria del pomodoro, di cui, con orgoglio, rappresentiamo un punto di riferimento per il territorio ibleo.