Ebbene sì, siamo (quasi) pronti: se ci state seguendo sui social, sicuramente avrete già notato che dalle nostre parti stanno impazzando i preparativi per la nostra nuova partecipazione al Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, a Parma dal 7 al 10 maggio, e che giunge quest’anno alla sua diciannovesima edizione.

Ritorniamo al Cibus davvero con piacere, consapevoli che dall’ultima nostra presenza del 2016, possiamo contare su una maggior esperienza e su tante novità. Del resto, anche la fiera è cresciuta notevolmente e, per quest’edizione, saranno più di mille i prodotti che verranno presentati per la prima volta sui mercati, così come ci sarà un intero nuovo padiglione dedicato completamente all’innovazione nell’ambito agro-alimentare. Moltiplicate a vista d’occhio anche le aree destinate agli show cooking, con il fior fiore degli interpreti della cucina gourmet che impreziosiranno la kermesse dando spettacolo tra i vari stand. Uno spettacolo tutto da assaggiare, chiaramente. Parleremo di nuovi trend, di soluzioni all’avanguardia per la preparazione dei cibi di oggi e di domani, discuteremo su ogni aspetto che riguarda la promozione della filiera alimentare del Made in Italy, dalla produzione alla distribuzione.

Naturalmente ci faremo belli - buoni lo siamo già - anche per gli oltre 2.550 top buyers esteri che verranno a trovarci. Sono attesi i manager delle più note catene retail provenienti da tutta Europa, Stati Uniti, Canada, Sud America, Asia e Medio Oriente e, tra gli italiani, non mancheranno neppure Coop e Auchan. E quindi, vista la nutritissima vetrina di pubblico internazionale, proveremo a far colpo con il fiore all'occhiello di tutto il nostro ciclo produttivo. Stiamo parlando di Moncada Selezione, ovviamente: materie prime di qualità, metodi di lavorazione artigianali, produzioni ricercate e in edizione limitata, insomma un vero e proprio scrigno di tesori da scoprire e valorizzare, come abbiamo più volte raccontato.

Ah, a proposito di novità, quest’anno, a Parma, arriverà con noi, oltre al consueto carico di prodotti freschi e trasformati, anche un gradito ospite, Lorenzo Ruta, giovane chef in ascesa appartenente alla grande famiglia culinaria iblea. Nella sua “Taverna Migliore”, a Modica, la sperimentazione è costante: chi assaggerà le sue creazioni viaggerà attraverso un ritorno ai sapori autentici della terra ragusana. Lorenzo si cimenta da tempo nella ricerca di audaci e al contempo equilibrati legami tra i piatti della tradizione locale e le sollecitazioni gastronomiche delle altre regioni. I suoi menu, che cambiano più volte nel corso dell’anno, tengono conto della stagionalità dei prodotti; non solo: ai piatti proposti sulla carta Lorenzo ne accosta frequentemente tanti altri che cambiano di giorno in giorno, in base al reperimento di alcune materie prime, le stesse che di tanto in tanto gli solleticano la fantasia per nuove realizzazioni di gusto. Insomma, con uno chef così, capace di esaltare alla grande il gusto autentico dei nostri pomodori, la nostra presenza parmense si annuncia senza dubbio come un’esperienza “ripiena” di gusto e valore.

Come sempre vi terremo aggiornati su tutto ciò che accadrà tra gli stand, durante i quattro giorni mondiali dedicati al cibo. Dunque restate in ascolto sui nostri canali. Intanto, buon pomodoro a tutti!