Pronti, via! Ci rimettiamo in marcia alla volta di Milano: dopo #FruttaVerdura 18, torniamo nella metropoli meneghina per Fruit Innovation 19, manifestazione che va in scena dal 6 al 9 maggio all’interno degli spazi di Fieramilano, in concomitanza con il più grande evento di TuttoFood. L’esposizione biennale dedicata all’agroalimentare, infatti, quest’anno si svilupperà simultaneamente ad altri tre appuntamenti legati al panorama food, ossia Seeds&Chips, Milano Food City e – appunto – Fruit Innovation, con la volontà di dar vita a una sinergia più ampia e in grado di attrarre e coinvolgere un numero sempre maggiore di investitori, professionisti del settore e semplici curiosi.
 
Nell’arco di quattro giorni, durante Fruit Innovation verranno approfondite le attuali dinamiche che interessano il mondo dell’ortofrutta, con l’importante presenza di importatori e grossisti italiani ed esteri, buyer della GDO nazionali ed internazionali, gestori di piattaforme di distribuzione su varia scala, nonché rappresentanti del settore Horeca.  Faremo il punto sulle nuove tendenze, con l’obiettivo di incentivare il consumo sano e consapevole di frutta e verdura.
 
Non una fiera di vecchia concezione, quindi, ma un vero e proprio punto di incontro per intrecciare relazioni ed esperienze, con il prodotto ortofrutticolo che potrà configurarsi come spunto di partenza per un discorso più generale, legato all’evoluzione del food & beverage. Una piazza multi-culturale e “poli-colturale” dove coltivare forme di valorizzazione concrete per il comparto ortofrutta, educando il consumatore allo star bene, al vivere e consumare in maniera sostenibile economicamente ed ecologicamente, sia tra le mura di casa, sia fuori.
 
Le eccellenze del sistema ortofrutticolo italiano, naturalmente, saranno le protagoniste e noi faremo la nostra parte con il nostro personalissimo carico di eccezionale bontà tutta Made in Sicily, in primis con FruttoGhiotto, premium brand del gruppo Moncada OP. Un prodotto selezionato, capace di racchiudere in sé l’esclusività della terra che l’ha prodotto, il calore del sole che lo ha alimentato, la cura delle mani che lo hanno raccolto, l’eco-sostenibilità degli imballaggi usati per distribuirlo.
 
Alla partenza manca ormai davvero poco; voi continuate a seguirci sui nostri canali social: sarà lì che vi racconteremo la nostra appetitosa e ovviamente “fruttuosa” esperienza milanese!